Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

sabato 16 Ottobre 2021

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Circolari Ufficiali

22 ottobre 2007
Circolare per gli iscritti n. 6/2007

 ORDINE DEI FARMACISTI DI PESARO E URBINO

Circolare n. 6

Prot. 378/07 Pesaro, 18 ottobre 2007

A TUTTI GLI ISCRITTI LORO SEDI

Si invia questa comunicazione su richiesta: è importante sottolineare che queste ed altre notizie sono riportate sul Sito www.ordfarmacistips.it.

Il Sito Internet dell’Ordine è aggiornato quotidianamente. È quindi consigliabile consultarlo con regolarità, dato che il suo utilizzo, oltre ad essere di immediato riscontro, permette alla nostra organizzazione di effettuare notevoli risparmi nel campo della comunicazione (una circolare costa mediamente € 400 solo per spese di spedizione e di materiale cartaceo) e del confronto immediato con i colleghi.

Nel 2007 non collegarsi ad Internet, per un professionista della salute, è una scelta individuale e, in ogni caso, l’Ordine, attraverso Internet, ritiene di adempiere al proprio dovere di comunicazione nei confronti degli iscritti.

 

  • ECM

Nel secondo semestre 2007 l’Ordine ha realizzato il corso ECM: "Le allergie: il ruolo del farmacista" ed il Convegno "I nuovi oppiacei e gli analgesici nella terapia del dolore". Quasi 300 colleghi hanno così conseguito ulteriori crediti formativi. Purtroppo si è verificata, anche in occasione di questi due eventi, la cattiva ed irrispettosa abitudine di non presentarsi nonostante l’iscrizione: considerato che questo comportamento ha di fatto penalizzato altri farmacisti, che non si sono potuti iscrivere a causa del raggiungimento del numero massimo dei partecipanti, il Consiglio Direttivo ha deciso che chi non ha comunicato l’impossibilità a seguire i corsi, non accederà più alle prime edizioni dei prossimi corsi organizzati dall’Ordine e sarà considerato riserva.

Come descritto nella circolare della FOFI al riguardo, la Conferenza Stato-Regioni, nella seduta del 1 agosto 2007, ha poi definito la nuova organizzazione e le nuove regole del sistema di formazione continua per il periodo 2008 – 2010, ma per rendere operativo ed efficace tale riordino sarà comunque necessaria l’approvazione di una specifica legge da parte del Parlamento. Agli Ordini professionali è riconosciuto il ruolo di garanti della professione e di certificatori della formazione continua. In particolare ad essi sarà affidata la funzione di programmazione e valutazione del percorso formativo del professionista (dossier formativo), la certificazione e l’attestazione dei crediti formativi. Gli stessi Ordini potranno rivestire la funzione di provider, sebbene limitata a corsi vertenti le tematiche deontologiche, legislative e di comunicazione. L’accordo Stato-Regioni, oltre a ribadire l’obbligatorietà della formazione Ecm per tutti gli operatori sanitari che direttamente operano nell’ambito della tutela della salute individuale e collettiva, ricomprende espressamente quali destinatari anche i liberi professionisti.

A partire dal 2008 saranno 50 i crediti formativi che il singolo professionista dovrà acquisire annualmente (con un minimo di 30 e un massimo di 70) fino a raggiungere il totale di 150 crediti nel corso del triennio 2008-2010. Al fine del conseguimento di detti 150 crediti, il professionista potrà utilizzare fino a un massimo di 60 crediti formativi validamente acquisiti nel periodo 2004-2007; anche in siffatto caso, pertanto, resta l’obbligo di acquisire almeno 90 "nuovi crediti". L’accordo prevede il passaggio dall’accreditamento del singolo evento (sistema in vigore nel quinquennio 2002-2007) all’accreditamento del provider (per il 2008-2010) che potrà essere nazionale o regionale. La certificazione degli stessi crediti formativi, che rappresenta l’atto conclusivo del percorso formativo del professionista, è affidata all’Ordine professionale che, accertati eventuali motivi di carattere eccezionale che hanno impedito al professionista di adempiere pienamente all’obbligo formativo, potrà consentire all’interessato di soddisfare il debito formativo entro l’anno successivo alla scadenza del triennio 2008-2010.

  • O.N.A.O.S.I.

La FOFI ha fornito, con le circolari n. 6875 del 19/10/06 e n. 7007 del 06/08/07, alcune indicazioni ai farmacisti che avessero ricevuto cartelle esattoriali di pagamento del contributo ONAOSI.

Si evidenzia in ogni caso che il mancato pagamento del contributo Onaosi alla scadenza indicata nella cartella esattoriale costituisce giusto titolo per il recupero del credito e permette all’Esattoria di procedere all’esecuzione forzata, al fermo amministrativo di beni, nonchŽ all'iscrizione di ipoteche sugli immobili di proprietˆ del destinatario della cartella.

- Per chi volesse pagare il contributo e poi rivalersi: pagare entro i termini indicati le cifre richieste nella cartella esattoriale, sanando cos“ di fatto le morositˆ relative agli anni pregressi e inviare alla Fondazione Onaosi una nota con raccomandata A/R con la quale chiedere la restituzione di quanto versato.

- Per chi volesse ricorrere contro la cartella esattoriale: entro 40 giorni dalla notifica della cartella esattoriale,  possibile presentare ricorso al Giudice del Lavoro, ai sensi dell’art. 24 Dlgs 46/99, avvalendosi dell’assistenza di un legale.

La Corte Costituzionale, con sentenza n. 190/2007, ha dichiarato incostituzionale l’art. 52 della legge 289/2002 (legge finanziaria 2003), relativamente all’attribuzione al Consiglio di Amministrazione dell’Onaosi della competenza a stabilire la misura del contributo obbligatorio per tutti i sanitari: medici, odontoiatri, farmacisti e veterinari.

Com’è noto, le sentenze della Corte Costituzionale determinano la espunzione dall’ordinamento della norma censurata di illegittimità e producono i loro effetti su tutti i rapporti in corso.

Pertanto, sulla base di un apposito parere formulato al riguardo da un legale di fiducia, è possibile identificare le seguenti situazioni, quali consolidate alla luce della pubblicazione della suddetta sentenza:

• coloro i quali non avessero ancora pagato il contributo, hanno ora senz’altro titolo a non farlo;

• coloro i quali abbiano un contenzioso in atto e, in particolare, che non siano debitori in forza di sentenza passata in giudicato, possono valersi della sentenza della Corte nel giudizio in corso e conseguire l’accoglimento della domanda, invocando l’efficacia immediata e diretta delle pronunce della Corte Costituzionale;

• coloro, infine, che hanno pagato i contributi possono chiedere la restituzione di quanto versato per gli anni pregressi, qualificando la richiesta come "ripetizione di indebito" (si tenga presente che, teoricamente, tale pretesa può essere estesa fino a ricomprendere l’ultimo decennio).

Si trasmettono in allegato due bozze di lettere, che ciascun iscritto, eventualmente consultandosi con il proprio legale di fiducia, potrà eventualmente valutare di inviare alla Fondazione ONAOSI.

La prima lettera (all. 1) è volta ad ottenere la restituzione dei contributi eventualmente versati, la seconda (all. 2), che riguarda soltanto i pubblici dipendenti, è rivolta ad ottenere che non vengano più operate trattenute a titolo di contributo ONAOSI, nonché la restituzione di quanto già versato.

Quanto al ricorso presentato dalla Federazione avverso il regolamento di riscossione dell’ONAOSI, tuttora pendente davanti al TAR Lazio, si è ritenuto di insistere nell’impugnazione, anche tenuto conto della intervenuta sentenza della Corte Costituzionale.

  • CONCORSI

- Modificazioni al bando di concorso per la predisposizione di una graduatoria regionale di farmacisti idonei per l’assegnazione di sedi farmaceutiche di nuova istituzione o vacanti dichiarate disponibili per il privato esercizio in Lombardia. La documentazione relativa al concorso è disponibile sul sito Internet all’indirizz www.sanita.regione.lombardia.it alla voce "farmaci e farmacie".

Si precisa che per tale concorso non sono stati riaperti i termini e pertanto il termine ultimo di presentazione delle domande resta quello scaduto il 14 aprile 2007. Pertanto le modificazioni del bando di concorso interessano solamente chi aveva già presentato la domanda entro tale data.

- Bando di concorso pubblico per titoli ed esame per il conferimento di 2 sedi farmaceutiche di nuova istituzione disponibili per il privato esercizio nella provincia di Modena. Copia del bando e relativi allegati sono disponibili sul sito Internet all’indirizz www.provincia.modena.it/sociale.

Il termine ultimo per la presentazione della domanda scade alle ore 12.00 del giorno 29 ottobre 2007.

Per informazioni rivolgersi alle Unità Politiche Sociali e delle Famiglie della Provincia di Modena – via delle Costellazioni 180 – Modena – tel 059/209013 – 209006 – 209010.

- Bando di concorso per l’assegnazione di sedi farmaceutiche indetto dalla Provincia Autonoma di Trento. Copia del bando è disponibile sul Sito Internet dell’Ordine all’indirizz www.ordfarmacistips.it. Il termine ultimo per la presentazione della domanda scadrà il giorno 14 novembre 2007.

Si ricorda che le informazioni relative a TUTTI I CONCORSI SONO SEMPRE DISPONIBILI SUL SITO INTERNET DELL’ORDINE www.ordfarmacistips.it alla voce "FILO DIRETTO > Offerte di lavoro e concorsi".

 

Cordiali saluti.

 

IL SEGRETARIO                          IL PRESIDENTE

Dr. Antonio Astuti                        Dr. Romeo Salvi

 

 

 

ALLEGATI: 2 bozze di lettere per l’O.N.A.O.S.I.

Scarica gli allegati:
Allegato n. 1 (25,87Kb)
Allegato n. 2 (19,64Kb)

 
backTorna all'elenco   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2021

Cookie Policy