Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 21 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

21 luglio 2006
Farmacista 33. La disoccupazione che non c'è
La rivista virtuale della FOFI

La disoccupazione che non c'è

Il viceministro D'Antoni parla di decine di migliaia di farmacisti disoccupati, che però, dati reali alla mano, mancano all'appello. E intanto anche i medici rilevano la banalizzazione insita nel decreto sulle liberalizzazioni
Il dibattito sulle liberalizzazioni si trasferisce nell'etere. Così, nel corso della puntata di Miaeconomia (Sky Tg 24) del 19 luglio, il viceministro per lo Sviluppo economico Sergio D'Antoni ha avuto modo di argomentare che la presenza tassativa del farmacista nei punti di vendita degli Otc, oltre che la salute del cittadino, potrebbe tutelare la stessa categoria. "Non dimentichiamo - ha infatti dichiarato D'Antoni - che ci sono 35.000 disoccupati nel settore".

Tempestiva la replica del segretario nazionale della Federazione degli Ordini, Maurizio Pace. Pace ha puntualizzato che si tratta di un errore grossolano, "a meno che le cifre in libertà non abbiano l'intento di creare confusione in ordine alle misure del decreto Bersani sul settore farmaceutico. Misure evidentemente sbagliate e poco utili, se un esponente del Governo è costretto a sostenerle con dichiarazioni che non rispondono alla realtà". Pace, che partecipava alla trasmissione, ha fatto notare che la percentuale di disoccupazione tra i farmacisti è molto bassa. "Le cifre sono inoppugnabili" ha spiegato Pace. "Non si tratta di cifre di parte, ma delle rilevazioni compiute dal Consorzio interuniversitario Almalaurea, l'organismo più accreditato in questo genere di misurazioni: a un anno dalla laurea il 75% dei farmacisti trova lavoro e che dopo tre anni la cifra sale al 95%. Si tratta, in assoluto di una delle lauree con minori problemi occupazionali e faccio davvero fatica a credere che D'Antoni ignori un dato così chiaro e importante".

Ma i farmacisti non sono l'unica professione sanitaria perplessa di fronte al Decreto. Anche i medici denunciano la presenza di misure poco opportune. Per esempio, l'introduzione negli studi medici del Pos, il pagamento con bancomat o carta di credito per somme superiori ai 100 euro, oppure l'obbligo di tenere un conto corrente ad hoc dove depositare tutti gli incassi che, quindi, non sarebbero immediatamente 'disponibili'. Ma i dubbi che il decreto ha insinuato nella categoria non riguardano solo questi aspetti tecnici, ma in generale la natura stessa della professione. E' questo il parere di Massimo Magi, vicepresidente area sanitaria della Confprofessioni, la Confederazione che raccoglie 16 tra le principali associazioni delle professioni intellettuali italiane tra cui la Fimmg (Federazione italiana dei medici di medicina generale). Secondo Magi su una materia tanto delicata ci si sarebbe aspettato, da parte del Governo, un coinvolgimento e un percorso di concertazione e non questo "colpo di mano". Ma quello che duole di più al vicepresidente della Confprofessioni è che "sotto la bandiera di una fantomatica liberalizzazione il cittadino è stato ridotto a consumatore invece che detentore di diritti di cittadinanza e il professionista ad erogatore, trasformando la prestazione intellettuale a fornitura di servizi, senza affrontare in modo adeguato la complessità e il valore del rapporto professionista-cittadino che riguarda in molti casi beni non mercificabili come la salute".
 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy