Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

sabato 18 Agosto 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

13 novembre 2013
Patto per la Salute: le novità
Articolo tratto da Sole 24 Ore Sanità


ESCLUSIVA Patto per la salute, le ipotesi su cui decidono i governatori. Farmaci, ospedali, medici, università, dispositivi: dove affonda il bisturi


Basta con il medico di famiglia "battitore libero": il modello sarà multiprofessionale. Per i medici dipendenti le regole del turn over sono da rivedere con l'obiettivo dello "svecchiamento" dei ranghi, vanno inseriti gli specializzandi agli ultimi anni in ruolo ed eliminata la qualifica dirigenziale per tutti: per averla ci vorrà un concorso ad hoc. Per gli ospedali va bene il documento sugli standard del 2012, ma con due modifiche sulla soglia di 60 posti letto per acuti per le strutture private e sul calcolo dei posti letto relativi alla mobilità interregionale. Revisione del prontuario farmaceutico sulla base del criterio costo-beneficio, gare per categorie terapeutiche omogenee e verifica dell'innovatività reale dei farmaci. E anche per i dispositivi medici categorie omogenee e tracciabilità.

E paralleli a tutto i costi standard: le Regioni non li volgiono nel Patto, ma come modifica legislativa che cambi il Dlgs applicativo del federalismo fiscale. Ma qui si aprono più fronti: quello col Governo per modificare la norma, quello con le Regioni del Sud che dal nuovo meccansimo non avrebbero i vantaggi desiderati, quello con le Regioni in piano di rientro, uniche, ovviamente, a essere lasciate fuori dal benchmark.

Sono queste le "basi" per il Patto per la salute che i dieci gruppi di lavoro costituiti all'inizio dell'estate hanno illustrato oggi con schede sintetiche ai presidenti delle Regioni, perché diano un preciso mandato a procedere (o le indicazioni su eventuali cambi di rotta) per scrivere il Patto vero e proprio. Un avvio reale per il Patto, permesso dal fatto che le risorse sanitarie non sono diminuite con la legge di stabilità. Con l'obiettivo di spenderle al meglio non tanto per risparmiare, quanto per non spendere di più, che è anch'essa una forma di risparmio, migliorando il servizio.

Una volta decisa la strada da seguire, si concorderà se preparare un documento delle Regioni con cui poi trattare col Governo, oppure procedere direttamente a un'elaborazione congiunta per arrivare comunque entro Natale alla sottoscrizione del Patto.

E dal Patto i governatori vogliono tirare via la definzione dei costi standard e delle Regioni benchmark, che dovranno essere del tutto riscritti con una proposta organica di modifica del Dlgs sul federalismo fiscale che li prevede (già nella legge di stabilità è l'obiettivo) e che punta all'ampliamento delle Regioni di riferimento a tutte quelle che non sono in piano di rientro. Tempo una settimana le Regioni formalizzeranno la loro proposta su cui hano ancora dubbi le Regioni del Sud.

Per quanto riguarda il riparto 2013, si dovrà decidere invece se chiedere al Governo di procedere ancora secondo il vecchio schema adottato nel 2012 o se per una sola volta accettare la proposta di becnhmark formalizzata alle Regioni che però dovrà valere solo per quest'anno. Ma dal 2014 tutto dovrebbe funzionare secondo la nuova ipotesi in fase di ultime limature da parte dei governatori.

PER QUESTIONE DI SINTESI, CI LIMITIAMO A PUBBLICARE SOLO IL PASSAGGIO RIGUARDANTE I FARMACI E, CLICCANDO SUL LINK SOTTOSTANTE, E' POSSIBILE SCARICARE IL DOCUMENTO ORIGINALE STILATO DALLA COMMISSIONE GOVERNATIVA

Farmaci

L'efficentamento della spesa di settore passa per la trasformazione accelerata del mercato da monopolistico a concorrenziale, approfittando delle importanti scadenze brevettuali in arrivo. Star assolute le categorie terapeutiche omogenee (principi attivi diversi – efficacia sovrapponibile): serviranno per la revisione de Prontuario (costo-efficacia), l'individuazione dei prezzi di riferimento, le gare regionali in equivalenza terapeutica. In più: stretta sull'accesso all'innovazione (solo dopo contrattazione del prezzo con Aifa) e svolta sulla remunerazione delle farmacie (a prestazione; affidata alla Sisac). Riconvocazione urgente del tavolo Aifa sulle esportazioni parallele, identificate come vera origine delle periodiche carenze di medicinali.


 


Scarica gli allegati:
La scheda tecnica sui farmaci (45,45Kb)

 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere