Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

lunedì 26 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

21 novembre 2006
'Maxiemendamento: che cosa tocca i farmacisti'. Articolo tratto da Farmacista33

Maxiemendamento: che cosa tocca i farmacisti

Nel testo, sul quale il Governo ha posto la fiducia, si definisce la questione ONAOSI e si interviene sul prezzo di vendita dei prodotti da banco
Il maxiemendamento alla Finanziaria approdato ieri alla Camera dei deputati, recepisce proposte su due punti di interesse centrale per il farmacista. Il primo riguarda l'annosa questione del contributo all'ONAOSI da parte di tutti gli iscritti  agli Ordini professionali. Il Testo dell'emendamento riporterebbe la materia alla disciplina precedente, in quanto dal 2007 sarebbero tenuti al versamento soltanto i pubblici dipendenti. Al punto 186, infatti, si legge: "La lettera e) dell'articolo 2 della legge 7 luglio 1901, n. 306, come sostituita dal comma 23 dell'articolo 52 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, è sostituita dalla seguente: «e) il contributo dei sanitari pubblici dipendenti, nella misura stabilita dal Consiglio di amministrazione della fondazione, che ne fissa misure e modalità di versamento con regolamenti soggetti ad approvazione dei ministeri vigilanti ai sensi dell'articolo 3, comma 2, del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509, e successive modificazioni".
Un altro aspetto rilevante è il prezzo dei farmaci da banco, oggetto affrontato al punto 32°, che costituisce un emendamento del Governo all'articolo 88 bis del testo originario della Legge finanziaria. Nell'emendamento si prospetta che sia il farmacista a stabilire il prezzo dei medicinali in questione. Infatti, il testo recita: "Il prezzo al pubblico dei medicinali non soggetti a prescrizione medica disciplinati dall'articolo 96 del decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 219, è stabilito da ciascun titolare di farmacia o di esercizio di vendita previsto dall'articolo 5 del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248. Il prezzo deve essere chiaramente reso noto al pubblico nel punto di vendita, mediante listini o altre equivalenti modalità. Nei confronti dei medicinali predetti cessano di applicarsi le disposizioni di cui all'articolo 73, comma 1, lettera r), del decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 219, all'articolo 85, comma 25, della legge 23 dicembre 2000, n. 388, all'articolo 1, comma 3, secondo periodo, del decreto-legge 27 maggio 2005, n. 87, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 luglio 2005, n. 149".
Anche questa norma entrerebbe in vigore dal 2007.
Come è noto, il Governo ha chiesto il voto di fiducia su questo maxi-emendamento nel pomeriggio di ieri, ragion per cui la sua approvazione, a meno di eventi imprevedibili, risulta scontata. Nel numero di lunedì di Farmacista33 seguiranno osservazioni e commenti.
 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy