Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

sabato 31 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

27 luglio 2007
"Alcol, una vera emergenza". Articolo tratto da Farmacista33

Alcol, una vera emergenza

Inquietanti risultati di uno studio condotto dall'équipe da Emanuele Scafato, responsabile dell'Osservatorio alcol dell'Istituto superiore di sanità
Ogni anno, dice lo studio, presentato ieri a Roma, in Italia sono migliaia i morti sulle strade per abuso di alcol, dei quali buona parte vede protagonisti i giovani tra i 18 e i 25 anni. A questi, bisogna aggiungere i 25mila decessi dovuti alla dipendenza da alcol in sè. L'analisi delle cause che determinano gli incidenti stradali mostra che, a livello europeo, un incidente su quattro (25%) e' attribuibile all'alcol, e che negli incidenti causati da guida in stato di ebbrezza la stragrande maggioranza delle persone coinvolte (96%) è costituita da uomini, di cui il 33% giovani o giovani adulti di età compresa tra i 15 e i 34 anni. Una rassegna internazionale di 112 studi finanziati dalla Commissione europea ha fornito una forte evidenza scientifica del fatto che la diminuzione delle capacità di guida comincia con un livello di concentrazione di alcol nel sangue appena superiore allo zero.  Il raffronto tra l'alcolemia di conducenti coinvolti in incidenti e quella di conducenti non coinvolti in incidenti ha riscontrato che uomini e donne di tutte le età con Bac tra 0,2 g/l e 0,49 g/l presentano un rischio almeno tre volte maggiore di morire in un incidente d'auto. Si stima che il 30-40 per cento dei 224.000 incidenti avvenuti in Italia nel 2004, dei 316.000 feriti e dei quasi 6.000 morti a causa di un incidente stradale sia alcol correlato. Queste morti sono evitabili con interventi mirati che ridurrebbero significativamente il costo economico, sanitario, sociale che nel 2004 e' stato stimato in oltre 33 miliardi di euro, il 2,5 per cento del PIL. Scafato ha presentato alcune proposte per limitare le morti correlate all'abuso di alcol: riconsiderare i livelli attuali di alcolemia consentiti alla guida e valutare l'opportunità di abbassare il limite attuale di 0,5 g/l; valutare l'opportunità di introdurre livelli di alcolemia consentiti alla guida pari a zero per i giovani fino a venti anni. ''Non esistono limiti da considerarsi sicuri" ha spiegato Scafato. "La ricerca mondiale ha dimostrato una forte riduzione negli incidenti stradali quando i livelli di alcolemia consentiti sono stati abbassati''. Altre misure suggerite sono l'attuazione di campagne di sensibilizzazione che incrementino la consapevolezza nella popolazione del rischio connesso all'alcol alla guida; favorire l'attuazione di inziative rivolte ai giovani, come quella del "guidatore designato" (uno dei componenti di un gruppo viene di volta in volta scelto come guidatore e quindi quella sera si astiene dall'alcool); finanziare la ricerca sui fattori che possono contribuire a diminuire l'impatto sulla salute e sulla sicurezza di comportamenti di abuso alcolico. Oltre, ovviamente a far sì che aumentino i controlli.

 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy