Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedì 27 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

16 ottobre 2007
"L'Europa del farmaco non convince". Articolo tratto da Farmacista33

L'Europa del farmaco non convince

Un recente intervento di tre organizzazioni indipendenti denuncia un'eccessiva attenzione della Commissione europea alle ragioni di mercato e una sottovalutazione dei bisogni dei cittadini e del ruolo dei professionisti
Due associazioni che rappresentano i diritti del cittadino consumatore in fatto di farmaci, MIEF (Medicines in Europe Forum), HAI (Health Action International) e ISDB (International Society of Drug Bulletins), l'associazione che raggruppa le pubblicazioni indipendenti sui farmaci, hanno inviato una lettera, datata 12 ottobre, al presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, sostenendo che il rapporto della Commissione stessa sul futuro della farmaceutica in Europa favorirebbe gli industriali  mentre non tutela adeguatamente gli interessi dei pazienti. La Commissione europea, ricorda l'agenzia APM, in luglio aveva lanciato una consultazione pubblica su questo tema, che si chiude questa settimana e i cui risultati potrebbero servire come base per una nuova legislazione in materia. Nella missiva le tre organizzazioni considerano le proposte della Commissione europea 'a senso unico': non solo sarebbero trascurati gli interessi dei pazienti, ma anche quelli deglio peratori della sanità.

Di fatto, secondo le organizzazioni, le proposte della Commissione si tradurrebbero invece in benefit solo per le aziende, con importanti cambiamenti nell'autorizzazione all'immissione in commercio e nei trial clinici. In particolare, da tempo le tre organizzazioni denunciano che la Commissione europea starebbe perseguendo quasi esclusivamente l'aumento della competitività dell'industria di settore attraverso tre meccanismi di base. Il primo è l'espansione della comunicazione di supporto ai prodotti rivolta direttamente al paziente-cittadino, bypassando così l'opera di mediazione e informazione da parte dei professionisti, medici e farmacisti. Il secondo è l'indebolimento degli studi di comparazione tra i nuovi farmaci e quelli esistenti, con il che verrebbe premiata la novità indipendentemente dal fatto che porti con sé effettivi vantaggi rispetto a quanto già disponibile. Infine, si continuano a supportare politiche di determinazione del prezzo definite arbitrarie. Secondo le tre organizzazioni, le politiche seguite dalla Commissione possono "determinare gravi rischi per la salute e per la sostenibilità dei servizi sanitari". Quindi, l'azione della Commissione in questo delicate settore comincia a scontentare un po' tutti gli interessati, dai Governi e dalle organizzazioni professionali agli stessi consumatori. E' di due mesi fa la lettera indirizzata alla Corte di Giustizia Europea dal Governo tedesco a favore del mantenimento del divieto alla proprietà da parte di terzi delle farmacie e contro la titolarità multipla. Le autorità tedesche avevano infatti sostenuto che l'attuale sistema normativo del servizio farmaceutico in Germania "garantisce l'indipendenza della professione del farmacista e consente la salvaguardia della salute pubblica e la tutela dei consumatori"  Un'indipendenza dal mero interesse economico, e non soltanto quello dei produttori, che ormai a molti sembra in pericolo.
 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy