Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedì 27 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

13 novembre 2007
"Un parere medico sulla farmacia". Articolo tratto da Farmacista33

Un parere medico sulla farmacia

Sulle vicende del riassetto del Servizio farmaceutico, e sulla protesta indetta da Federfarma, si sono pronunciati anche diversi esponenti della medicina. Con accenti (molto) diversi
Mario Falconi, oggi presidente dell'Ordine dei medici di Roma, ma già segretario nazionale della FIMMG, il principale sindacato dei medici di famiglia, non ha molti dubbi: con il passaggio all'indiretta a pagare "saranno esclusivamente i cittadini", di certo "non i farmacisti che hanno scelto una forma di protesta col paracadute". Secondo Falconi, la corsa ai farmaci attivata dall'annunciata rivolta "finirà infatti per fruttare, in questi giorni, più entrate per i titolari di farmacie, mentre se il 19 novembre i farmacisti dovessero arrivare davvero a disdire la convenzione con il SSN di certo i cittadini non rinunceranno, pur a costo di grossi sacrifici, a farmaci salvavita". "Il disagio più grave - incalza Falconi - colpirà i pazienti economicamente più disagiati, di certo non i ricchi o i titolari di farmacia. Trovo, per questo, che ci sia una sproporzione evidente tra il danno arrecato e l'obiettivo che si persegue".
Tanto più considerando che il presidente dell'Ordine di Roma non condivide i motivi della protesta. "Anche se questa ammissione mi costerà qualche nemico in più - ammette - io voglio bene ai miei pazienti: per questo non posso che augurarmi che loro paghino i farmaci qualche euro in meno. Dunque se nei supermarket e nelle parafarmacie è garantita la presenza di un farmacista - conclude Falconi - non posso che augurarmi che sugli scaffali arrivino anche i farmaci al centro della contesa".
Anche Ignazio Marino è medico ed è il presidente della Commissione sanità del Senato, eppure sulla vendita fuori canale dell'etico è di avviso ben differente da Falconi: "Occorre una  riflessione più ampia" ha dett "Non si può legare un tema di questa portata a un singolo dettaglio di un provvedimento". Secondo Marino, quindi, c'è la possibilità di stralciare dal DDL Bersani l'emendamento. "In questo momento - ha ricordato Marino - la Commissione Sanità che presiedo non ha ruolo perché il provvedimento è in Commissione Industria. Ma se, come mi sembra di percepire, verrà stralciato e diventerà in pratica un disegno di legge a se stante e il presidente del Senato lo assegnerà alla Commissione Sanità, credo che il provvedimento non venga portato avanti, perché la valutazione di questa misura è negativa . Ma i 'se' come è evidente, sono tanti", ha concluso.

Il presidente della Federazione degli ordini dei medici e degli odontoiatri, Amedeo Bianco ha invece auspicato una composizione della vertenza. "C'è sempre la possibilità di trovare una soluzione. I medici - ha detto- che per tradizione cercano sempre le soluzioni più utili e meno costose si augurano che il ministro riesca a trovare una soluzione mediata che possa essere veramente rispettosa delle professionalità dei colleghi farmacisti". Per Bianco, inoltre, "tutti hanno il diritto di esprimersi nei modi che ritengono più opportuni. E' assolutamente necessario che la possibilità di dire ciò che si pensa sia consentita. Non sono accettabili - ha concluso - soluzioni di tipo totalitario né da una parte né dall'altra".
Infine, Umberto Veronesi, l'oncologo ex ministro della Salute, ha giudicato eccessiva la protesta di  Federfarma, "ma credo" ha aggiunto "che si arriverà a una soluzione nei prossimi giorni". Per l'ex ministro far pagare ai cittadini i farmaci "è profondamente ingiusto", anche tenendo conto del fatto che "alcuni medicinali, tra cui molti oncologici, sono estremamente costosi" . Però, secondo Veronesi i farmacisti hanno "una grande dose di ragione nella loro protesta contro lo smantellamento delle farmacie a favore di una diffusione dei farmaci quasi fossero caramelle da vendere al supermercato".
 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy