Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

venerdì 23 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

22 novembre 2007
"Per Farmindustria l'etico è della farmacia" e "Liberi al contrattacco". Articoli tratti da Farmacista33

Per Farmindustria l'etico è della farmacia

Farmindustria prende posizione nel dibattito sulle liberalizzazioni che vede contrapposti Governo e rappresentanti dei farmacisti. E si schiera a fianco di questi ultimi. L'ipotesi di vendere l'etico non rimborsato fuori dalle farmacia - dice in una nota  "metterebbe in discussione l'attuale sistema di gestione del farmaco con standard elevati di sicurezza".  L'associazione degli industriali del farmaco precisa come "le imprese farmaceutiche siano responsabili del ciclo di vita del farmaco dalla produzione all'uso da parte del paziente, fino allo smaltimento delle confezioni dopo la loro scadenza commerciale. Con controlli rigorosi che vedono nelle farmacie un elemento di garanzia e funzionalità. Le farmacie - incalza Farmindustria - grazie al rapporto di conoscenza e fiducia con il paziente, sono da sempre impegnate nell'utilizzazione corretta dei farmaci e nella raccolta dei dati per la farmacovigilanza, rappresentando così un presidio sanitario difficilmente sostituibile sul territorio. Un'attenzione che - continua l'associazione - l'industria ha l'obbligo di mantenere elevata con il contributo fondamentale di medici e farmacisti, in una filiera testata nel corso di decenni di lavoro e problematiche condivise". Di qui la conclusione che "le imprese, consapevoli della propria responsabilità, auspicano il mantenimento dell'attuale sistema". 

Liberi al contrattacco

"E' con il sostanziale mantenimento dell'attuale sistema di distribuzione dei farmaci che il ministro della Salute vuole farmacisti di serie A, che godono di numerosi privilegi, e di serie B, impossibilitati a esercitare liberamente la propria professione. Dispiace dover constatare ancora una volta che Livia Turco, forse vittima di cattivi consiglieri, prende le difese delle corporazioni e parla con il linguaggio dei titolari di farmacia". Così il Movimento nazionale dei liberi farmacisti alla responsabile della Sanità italiana, intervenendo sulla diatriba sul possibile arrivo dei farmaci di fascia C con obbligo di ricetta nelle parafarmacie e nei supermarket.  "Invece di preoccuparsi dei consumatori e dei notevoli vantaggi acquisiti dopo il primo decreto Bersani - scrivono i liberi farmacisti in una nota - il ministro si preoccupa di difendere uno tra i monopoli più intoccabili presenti in Italia. Non corrisponde a verità, come affermato dal ministro, che nelle parafarmacie esistono minori controlli rispetto alla farmacie: i controlli da parte di Guardia di Finanza, NAS e ASL ci sono e in abbondanza. Se non fossero ancora sufficienti - prosegue MNLF - potrebbero essere accolti gli emendamenti all'articolo 2 del DDL Bersani, presentati in Senato, che estendono quelli attuati nelle farmacie alle parafarmacie" che quindi, si può concludere, non hanno ancora lo stesso tipo di obblighi...
 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy