Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedì 27 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

30 novembre 2007
"Il placebo ha fatto il suo tempo". Articolo tratto da Farmacista33

Il placebo ha fatto il suo tempo

Modificare le leggi europee sulle sperimentazioni cliniche, per ridurre il peso degli interessi delle industrie farmaceutiche. E' questo, in sintesi, l'appello lanciato da Silvio Garattini, direttore dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano. "E' importante - ha detto Garattini margine di un convegno milanese sull'etica della sperimentazione clinica organizzato dalla Fondazione europea Dragan - che venga richiesta dall'EMEA, l'Agenzia europea del farmaco, la dimostrazione del valore aggiunto di un medicinale, e che almeno uno dei due studi necessari per dimostrare l'efficacia e il rapporto beneficio-rischio sia condotto da un'organizzazione indipendente e non solo dalle industrie". Sul funzionamento dell'EMEA Garattini auspica un cambio radicale: "è necessario - spiega - che si tolga il segreto che esiste intorno a tutta l'attività di registrazione dei nuovi farmaci, in modo da avere una maggiore trasparenza". L'esperto considera inoltre un "fatto anomalo" che l'EMEA risponda al Direttorato generale dell'industria. "Dovrebbe piuttosto - chiarisce - rispondere a quello della sanità, come tutte le agenzie del farmaco che esistono nei diversi Paesi europei". l problema, aggiunge, è che "nel campo dei trial clinici ha acquisito sempre più importanza l'industria farmaceutica che oggi finanzia quasi l'80% delle sperimentazioni per i farmaci. Questo crea problemi di natura etica perché è chiaro che il suo interesse è quello di poter fare andare avanti i suoi prodotti". Secondo Garattini, servono confronti fra i farmaci, e non fra medicinali e placebo, e "purtroppo la legislazione europea non aiuta perchè non li chiede", incalza. "Basta che un farmaco sia uguale o non inferiore all'altro, non deve avere nessun valore aggiunto". Un meccanismo 'non etico', secondo l'esperto, perché di fatto "permette l'utilizzo dei malati per scopi commerciali che non hanno niente a che fare con l'interesse delle persone. Da questo circolo vizioso si può uscire solo modificando le leggi". Un altro problema che sta diventando cronico, conclude, "è il continuo aumento del prezzo dei farmaci che oggi, per certe patologie, raggiunge cifre nell'ordine di centinaia di migliaia di euro l'anno. Bisogna sviluppare il concetto del risk-sharing'', ovvero dividere il rischio, e soprattutto i costi, fra Stato e aziende produttrici e far pagare al SSN le cure innovative solo per quei pazienti che ne traggono davvero benefici.
 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy