Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

giovedì 29 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

10 gennaio 2008
"Proroghe in farmacia". Articolo tratto da Farmacista33

Proroghe in farmacia

Una circolare della Federazione nazionale commenta le misure di interesse per la farmacia contenute nel Decreto-legge 248/2007 recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria
Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 31 dicembre 2007, il Dl è in vigore dalla stessa data. Le due disposizioni in materia di farmaci sono contenute nell'articolo 9. La prima è la proroga del pay-back. La disposizione riguarda le aziende farmaceutiche che si sono avvalse della facoltà di ripianare l'eccedenza di spesa farmaceutica secondo le modalità di restituzione ai sensi dell'articolo 1 comma 796 della legge296/2006 - Finanziaria 2007 che aveva altresì fissato al 29 febbraio 2008il termine entro il quale tale manovra poteva trovare applicazione. Con il decreto il termine è stato prorogato fino al 31dicembre 2008; pertanto fino a tale data le aziende potranno continuare a chiedere all'AIFA la sospensione della misura della riduzione del 5% dei prezzi, fermo restando l'obbligo di versare alle regioni interessate gli importi dovuti. La proroga riguarda ovviamente anche le farmacie, che dovranno pertanto continuare ad applicare, a tutti i medicinali in regime SSN e fino 31 dicembre 2008, lo sconto dello 0,6% al SSN introdotto con la manovra di pay-back.La seconda disposizione riguarda l'obbligo, per le aziende farmaceutiche titolari di AIC di medicinali non soggetti a prescrizione medica, di comunicare al Ministero della Salute e all'AIFA il prezzo massimo "ex factory" (vale a dire il prezzo praticato ai rivenditori) con il quale ciascun medicinale è offerto in vendita. La comunicazione deve essere rinnovata ad ogni variazione del prezzo massimo ex factory. In caso di inadempimento o di comunicazione non veritiera si applica la sanzione amministrativa da euro 1000 a euro 6000 per ciascun medicinale di cui sono stati omessi o alterati i dati.In relazione al prezzo dei medicinali SOP e OTC, la circolare federale fa presenti alcuni aspetti. Fino al 31 dicembre 2007, in base a quanto stabilito dalla legge finanziaria2007 (art. 1, commi 801 e 802 legge 296/2006), le farmacie e gli altri esercizi al dettaglio non potevano vendere al pubblico medicinali OTC e SOP ad un prezzo superiore a quello pubblicato sul sito internet dell'AIFA, in vigore al 31 dicembre 2006. Dal 1° gennaio 2008, non vi è più alcun limite o riferimento di prezzo per la determinazione del prezzo di vendita al pubblico dei medicinali non soggetti a prescrizione medica, e tale prezzo è liberamente e autonomamente stabilito da ciascun titolare di farmacia odi esercizio di vendita. Detto prezzo deve essere chiaramente reso noto al pubblico nel punto di vendita, mediante listini o altre equivalenti modalità. La circolare termina ricordando che l'articolo 5, comma 2, della legge 248/2006 (legge Bersani) vieta i concorsi, le operazioni a premio e le vendite sotto costo aventi ad oggetto farmaci.
 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy