Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

martedì 20 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

18 gennaio 2008
"Scontrino parlante vessatorio?". Articolo tratto da Farmacista33

Scontrino parlante vessatorio?

"Troppi i disagi dei cittadini segnalati in diverse aree del Paese" sullo scontrino parlante in farmacia - su cui viene stampato il codice fiscale dell'assistito - e sulla necessità di esibire la tessera sanitaria per l'acquisto di medicinali per la detrazione fiscale. Lo denuncia Cittadinanzattiva sottolineando come "molte volte, in farmacia, non si richiede al cittadino né la tessera né il codice fiscale, emettendo così uno scontrino che non permetterà più la detrazione dei costi. Insomma, al danno si aggiunge la beffa". Cittadinanzattiva, inoltre chiede anche di "permettere l'esibizione del semplice codice fiscale per l'acquisto dei farmaci ed evitare ulteriori difficoltà per i contribuenti". Richiesta questa in realtà già accolta poiché il ministero della Salute, come anticipato ieri dalla federazione nazionale, oltre a ricordare l'obbligatorietà del codice fiscale, ha chiarito che "il farmacista è comunque tenuto a fornire il farmaco anche in caso di mancata esibizione della tessera sanitaria che, in ogni caso, si consiglia comunque di portare con sé al momento dell'acquisto per facilitare la corretta procedura di identificazione dell'assistito". L'associazione chiede comunque all'Agenzia delle entrate di intervenire per semplificare "il percorso per la richiesta del tesserino sanitario. Oggi è infatti necessario rivolgersi all'Agenzia territoriale, fornire fotocopia della propria carta di identità e del codice fiscale". Per ricordare ai cittadini la necessità di esibire la tessera sanitaria Cittadinanzattiva chiede ai farmacisti l'affissione di cartelli chiari all'ingresso e in prossimità delle casse. "Chiediamo inoltre - si legge in una nota - una moratoria sugli scontrini emessi da luglio a dicembre dell'anno appena passato. Sono molte le Agenzie territoriali che infatti richiedevano che, accanto al semplice scontrino, il farmacista emettesse un altro documento contenente la natura, la qualità e la quantità del farmaco più il codice fiscale ai fini della detrazione per l'anno 2007. Poiché in molti casi questo non è stato fatto, o addirittura si è consigliato di apporre il proprio codice fiscale dietro lo scontrino, temiamo che chi pagherà il conto di questa confusione sarà il cittadino, che molto probabilmente si vedrà contestate le cifre in detrazione proprio relative a questo tipo di scontrino". Per Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva, "non è possibile accettare - dice - che per colpa dell'entrata in vigore della normativa prima che tutti fossero in possesso della tessera sanitaria, i cittadini debbano subire per l'ennesima volta l'inefficienza della Pubblica amministrazione. Aggiungendo il danno economico all'inevitabile perdita di tempo".
 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy