Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 28 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

14 maggio 2008
"Un buon anno per la farmacovigilanza". Articolo tratto da Farmacista33

Un buon anno per la farmacovigilanza

Nel 2007 le segnalazioni di sospette reazioni avverse all'uso dei farmaci, in Italia, "sono aumentate del 50%, per un totale di 9.746, equivalente a un tasso di segnalazione di 165 per milione di abitanti"
Questa la sintesi del bilancio elaborato dall'Agenzia italiana del farmaco e pubblicato nel Bollettino di informazione sui farmaci (BIF). "Il dato italiano - commenta l'ente regolatorio - complessivamente si è avvicinato al valore di 300 segnalazioni per milione di abitanti, definito dall'Organizzazione mondiale della sanità come gold standard per un efficiente sistema di farmacovigilanza. Due Regioni - prosegue l'AIFA - Toscana (386) e Lombardia (370), hanno superato questo valore". In generale, quasi tutte le Regioni registrano un aumento delle segnalazioni. Addirittura per cinque di loro (Lombardia, Toscana, Lazio, Piemonte, Puglia e Campania), sottolinea l'AIFA, il "risultato 2007 è il migliore in assoluto di tutti gli anni". Il buon risultato segnalato nel 2007 non è solo in termini numerici, ma anche qualitativi. "Le segnalazioni - rileva l'agenzia - sono compilate meglio, e sono praticamente scomparse (3%) quelle senza definizione di gravità". Quanto poi alla serietà degli eventi avversi registrati, quelli più gravi si sono attestati al 27%, una percentuale inferiore a quella degli anni precedenti (31-32%). Chi denuncia gli effetti collaterali? Il rapporto del BIF sottolinea come "il 50% delle segnalazioni provenga dai medici ospedalieri, il 19% da quelli di medicina generale, il 12% dagli specialisti, il 7% dai farmacisti e il 3% dai pediatri". Alla luce di questi numeri l'AIFA sottolinea che "c'è più consapevolezza dell'importanza della segnalazione delle reazioni avverse. I maggiori risultati sono stati ottenuti nelle Regioni in cui sono stati avviati progetti di farmacovigilanza. O dove si è investito nella formazione e informazione sulla sicurezza dei medicinali".

Il presidente di Farmindustria Sergio Dompè, che in una nota esprime "apprezzamento per i dati resi noti dall'AIFA sull'incremento del 50% delle notifiche delle reazioni avverse  nell'uso dei farmaci". Per Dompè i numeri riportati sono "la dimostrazione più evidente di un aumento dell'efficacia e dell'efficienza del sistema di  farmacovigilanza in Italia, dovuto all'impegno sempre maggiore a  tutela del paziente, degli attori della filiera (Autorità regolatorie, medici, pazienti, farmacisti e imprese del farmaco). Soltanto un  sempre più completo profilo della conoscenza di ogni farmaco - rileva  Dompè - offre gli elementi per un utilizzo pienamente appropriato del  bene farmaco. E l'industria farmaceutica - conclude - intende  proseguire nella promozione della farmacovigilanza, essenziale per una cultura della ricerca necessariamente continua e dinamica".
 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy