Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

venerdì 30 Ottobre 2020

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  FILO DIRETTO > Notizie dall'ordine

25 settembre 2009
"Assogenerici: Lombardia esempio da seguire". Articolo tratto da Farmacista33

Assogenerici: Lombardia esempio da seguire

AssoGenerici non può che condividere le dichiarazioni del presidente della Regione Lombardia, onorevole Roberto Formigoni, sulla gestione della spesa farmaceutica ospedaliera. "E' un contributo importante quello di Roberto Formigoni, visto che da sempre la Lombardia vanta un Servizio sanitario economicamente virtuoso che offre prestazioni di 
altissimo livello. Razionalizzare la spesa per destinare le maggiori risorse ai farmaci innovativi, significa però dare un ruolo centrale ai farmaci equivalenti ospedalieri" commenta Francesco Colantuoni, vicepresidente di AssoGenerici.  E per far sì che gli equivalenti 
esercitino tutto il loro effetto sul contenimento della spesa ospedaliera, sono necessarie alcune condizioni, da sempre chieste da AssoGenerici. La prima è che il medicinale generico di classe H acceda immediatamente al mercato a conclusione dell'iter di valutazione del 
dossier registrativo, eliminando ritardi ingiustificabili che hanno il solo effetto di aggravare la spesa del Servizio sanitario. La secondacondizione è che nei bandi di gara indetti per le forniture agli ospedali sia sempre inserita la clausola di rinegoziazione "pura" dell'offerta al lancio del medicinale generico. C'è poi un altro capitolo toccato dal presidente Formigoni, la necessità di garantire i farmaci innovativi ad alto costo e in particolare farmaci biologici 
(oncologici, antireumatici). Già oggi questi farmaci rappresentano il 40% della spesa, pur essendo soltanto il 20% dei medicinali in commercio. "Ma questo dato è destinato ad aumentare in misura esponenziale con l'arrivo di nuove molecole. In questo ambito, prevedere l'impiego dei biosimilari quale alternativa ai farmaci di riferimento a brevetto scaduto significa ampliare le risorse destinate ai prodotti innovativi ed allargarne 
l'impiego". I biosimilari non sono generici, ma farmaci che hanno dovuto dimostrare pari efficacia terapeutica e uguale profilo di sicurezza dei farmaci originatori, ripercorrendo tra le tappe dell'iter di approvazione anche test clinici. Non prestano dunque il fianco alle polemiche speciose sulla bioequivalenza e sulla sostituibilità. "La normativa europea sui biosimilari è esemplare per chiarezza e precisione" conclude Colantuoni "e permette di partire con il piede giusto, evitando gli errori che sono stati fatti ai danni degli equivalenti. Perdere quest'occasione significherebbe rinunciare a curare di più e meglio".

 
Notizie dall'ordine   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Privacy Policy  

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2019

Cookie Policy