Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

lunedì 18 Ottobre 2021

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

Le pillole del farmacista

agosto 2006
'Kudzu'. Articolo tratto da Farmanetwork


KUDZU (Pueraria lobata Ohwi.)

Famiglia: Leguminose

Droga: radice tuberizzata

Costituenti principali:
isoflavoni, glicosidi isoflavonici e puerarici fitoestrogeni, flavonoidi, cumarine, steroli, allantoina, acido arachidico, amminoacidi, amido

Attività principali:
fitoestrogeno, disintossicante, cardioprotettore, antiaggregante, antiossidante

Impiego terapeutic
sindrome perimenopausale, coronaropatie, disturbi circolatori

Attività farmacologica:
La pianta della Pueraria è più nota come "Kudzu". Nella antica medicina Cinese era denominata anche "Ge Gen" e ritenuta un rimedio molto potente utile per il trattamento di una ampia varietà di patologie, ma elettiva per esempio per i dolori muscolari, specialmente in caso di crampi muscolari, per l'ipertensione, in caso di malattie infettive (morbillo), di asma e difficoltà respiratorie. La radice della Pueraria è stata anche usata in caso di allergie, emicranie, meteorismo e diarrea. Inoltre nel passato si usavano le preparazioni di Pueraria per intervenire negli abusi da alcool, unica indicazione tradizionale che ad oggi non ha ancora trovato conferma scientifica. Il fitocomplesso della radice di Kudzu è ben caratterizzato e ad oggi sono stati identificati più di 50 composti chimici complessi: la frazione più importante è rappresentata dagli isoflavoni, soprattutto daidzeina e formononetina; sono presenti anche altri isoflavoni glucosidi, quali la daidzina 4',7-diglucoside, la puerarina, la puerarina-7-xiloside, alcuni flavonoidi, delle cumarine, le allantoine, degli steroli, l' acido arachidico e dell' amido. A seconda dell'habitat della pianta, si è riscontrato che il contenuto di isoflavoni può variare sensibilmente, passando da valori di 1,7 a 12,0% (in media 7,6 %). La puerarina è la molecola presente nella maggior concentrazione, seguita da daidzina e daidzeina. La puerarina, che è considerata anche il principio attivo caratterizzante la pianta, è una molecola idrosolubile, specialmente in ambiente alcalino. Dalla radice tuberizzata si ottengono oggi degli estratti standardizzati che raggiungono concentrazioni anche del 40%, rendendo cosi la Pueraria una delle principali e più importanti alternative alla soia per l'apporto di isoflavoni. L'impiego più moderno della radice di Kudzu è infatti legato al suo contenuto in fitoestrogeni che lo rende ideale rimedio per il trattamento della sindrome perimenopausale. Oltre a ciò, le principali proprietà del Kudzu che ci sono state tramandate dalla tradizione, sono state nel complesso tutte confermate dalle ricerche scientifiche, anche attraverso l'individuazione dei meccanismi di azione alla base delle varie attività farmacologiche. Un esempi è stato evidenziato che le diverse componenti del Kudzu, in sinergia d'azione, contribuiscono ad un miglioramento della microcircolazione e del flusso arterioso; in particolare queste molecole provocano dilatazione dei vasi cerebrali e coronarici, diminuiscono la resistenza vascolare, incrementano la fornitura di ossigeno al sangue e contribuiscono a diminuire la produzione di acido lattico nel muscolo cardiaco. In particolare la puerarina mostra effetti protettivi sui disturbi della microcircolazione indotti dall'adrenalina, influenza, diminuendo, la pressione sanguigna, regola il ritmo cardiaco e interviene sulla attività della renina nel plasma. Anche gli altri costituenti del fitocomplesso, insieme ai flavonoidi, contribuiscono all' effetto ipotensiv si ipotizza che questi effetti nel complesso possano anche essere indotti da una azione inibente sui recettori adrenergici. La puerarina, gli altri flavonoidi e le cumarine hanno mostrato infine attività antiaggregante piastrinica. Altre proprietà del Kudzu includono attività miorilassante, antipiretica, antidolorifica e la più generica attività antiossidante. E' importante sottolineare che oggi l'estratto di Kudzu è diffusamente indicato nella menopausa, per il particolare ricco contenuto in fitoestrogeni. La tradizione d'uso e gli studi disponibili indicano la Pueraria una pianta sicura e ben tollerata. Alle consuete dosi d'uso non si riportano tossicità ed effetti collaterali significativi, fatta eccezione per l'ipersensibilità individuale. Non usare in gravidanza ed allattamento.

Aspetti botanici:
La Pueraria o Kudzu è una pianta perenne rampicante decidua, originaria della Cina, Giappone ed Est Asia, poi naturalizzata in America. Viene coltivata nella Cina centrale ed orientale. Il kudzu è una pianta molto rampicante con fusti legnosi e pelosi; cresce in zone montane ombreggiate, nei campi, lungo i bordi delle strade, boschetti e foreste e può raggiungere altezze anche di 30 m. Presenta foglie trifoliate ovali, viticci arricciati ed infiorescenza con fiori porpora. Le radici sono di dimensioni notevoli e vengono raccolte in primavera ed autunno. La droga è costituita dalle radici tuberizzate da cui si ottengono le polveri e gli estratti utilizzati a scopo fitoterapico.

Forme farmaceutiche e posologia:
E.s.: 200 mg e.s. tit. 40% /1 cps al giorno
 
Archivio notizie   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it
            ordinefarmacistipu@pec.fofi.it

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2021

Cookie Policy