Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

giovedì 26 Aprile 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  DOCUMENTI > Rassegna Stampa

1 agosto 2005
Intervista al Presidente, Dr. Romeo Salvi, sul Decreto Storace
Articolo su "Il Messaggero"

LA POLEMICA «Sconti nelle farmacie dell’Aspes? Il Comune non ne ha più la gestione» Il presidente dell’Ordine Romeo Salvi: «La riduzione del prezzo del medicinale è una facoltà non un obbligo e riguarda solo 100 iscritti su 650» di SIMONA SPAGNOLI : Dopo gli attacchi di Storace, ora anche quelli dei consiglieri comunali. Non c'è pace per i farmacisti: dopo aver respinto due ordini del giorno in materia di sconti sui farmaci, il Consiglio comunale ha approvato la mozione Catalano attraverso la quale si chiede formalmente alla categoria di tagliare i prezzi del 20%. Ma è formalmente ammissibile chiedere sconti alle farmacie comunali che non sono più di proprietà pubblica? E poi cosa c’entrano quelle private, posto che il decreto Storace semplicemente stabilisce la discrezionalità del farmacista di abbassare i prezzi sui medicinali da automedicazione? Su questi punti interviene il presidente dell’Ordine dei Farmacisti della provincia di Pesaro e Urbino, Romeo Salvi. «In realtà il problema degli sconti riguarda direttamente solo una piccola parte dei 650 iscritti all’Ordine che rappresento, dato che solo 100 sono titolari o direttori delle farmacie pubbliche e possono decidere i prezzi dei medicinali. In questa piccola parte esistono poi realtà, situazioni umane, professionali, modi di rapportarsi ai pazienti basati su aspetti sociali e sanitari che spesso prescindono dalla stretta logica commerciale». Ma voi state applicando il decreto? «Premesso che sarebbe stato molto più utile per il cittadino un abbassamento generalizzato del prezzo dei farmaci da automedicazione su tutto il territorio nazionale, dico subito che la facoltà di abbassare i prezzi nell’arco della percentuale del 20% già avviene nel ’95 per cento dei casi. Trattandosi tuttavia di una facoltà, e non di un obbligo, ognuno ha il diritto di esercitarla come meglio crede. E anche per questo sono sorpreso come, in sede di Consiglio comunale si sia dibattuto per ore su questi temi senza minimamente tenere in considerazione tali aspetti, almeno per quello che risulta dalla cronaca, dando invece delle indicazioni solamente commerciali». Ma la discussione è stata incentrta su quello che il Comune avrebbe dovuto fare con le farmacie comunali... «Forse si è finto di non capire che la gestione non appartiene più al Comune, e quindi direttamente ai cittadini, bensì ad una struttura diversa che agisce secondo le proprie logiche in primo luogo di… bilancio. E’ come chiedere, pretendendolo, alla Telecom, all’Enel o all’Aspes stessa, di abbassare le tariffe di alcuni servizi».

 
backTorna all'elenco   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere