Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

sabato 20 Ottobre 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  DOCUMENTI > Rassegna Stampa

18/07/2006
Articolo da 'Il Messaggero'

"Domani almeno nove saracinesche rimarranno alzate"
di ELISABETTA ROSSI
Niente sciopero per le nove farmacie comunali della città. Domani, dunque, eccezion fatta per quelle di turno, solo le farmacie private aderenti a Federfarma sembrerebbero le uniche decise a tenere alta la protesta contro il decreto Bersani. Come? Abbassando le saracinesche per le prossime ventiquattro ore. La conferma dell’adesione allo stato di agitazione nazionale sarà data dallo stesso presidente della Federfarma pesarese, Stefano Golinelli. Nell’attesa, le farmacie comunali facenti capo a Aspes e aderenti all’Assofarm hanno invece reso nota la decisione di «rimanere aperte e, come consuetudine, di impegnarsi al massimo per alleviare i disagi ai cittadini». «Lo sciopero – ha spiegato Davide Rugoletti, presidente di Aspes – non è lo strumento migliore per superare le difficoltà. Il decreto presenta alcune criticità che vanno risolte solo attraverso il dialogo, solo con l’apertura di un tavolo di discussione con il ministro firmatario e quello della Sanità, Livia Turco. Le farmacie pubbliche seguono interessi diversi da quelli delle private. Diverso è quindi anche il modo di esprimere il nostro dissenso sui punti caldi del decreto. Una delle proposte di Assofarm va nel senso dell’apertura di più farmacie. Poi al pari di Federfarma vogliamo che si discuta sui farmaci da destinare anche ai supermercati. Vogliamo anche allargare le prestazioni delle farmacie in modo tale da inserirle a pieno titolo nella catena del sistema sanitario». «Ci rammarica l’idea di creare disagi ai cittadini – ha precisato Golinelli, titolare della farmacia Antonioli – ma la manifestazione indetta da Federfarma mira a portare alla concertazione su temi nodali del servizio farmaceutico. Una concertazione che ci era stata promessa prima dell’emissione del decreto e che abbiamo chiesto anche pochi giorni fa. Ci è stata chiusa la porta in faccia. Non rimane altro che questa forma di protesta. Se ci porterà al confronto, vorrà dire che sarà stata utile anche ai farmacisti dell’Assofarm». Nel frattempo, ecco alcune opinioni dell’Ordine dei farmacisti di Pesaro e Urbino. «Il decreto – scrive il presidente Romeo Salvi – mette in discussione la storica e riconosciuta funzione sanitaria che il farmacista ha sempre svolto. L’azione governativa, con discutibile carattere d’urgenza e con metodi inusuali, di fatto colpisce e modifica in maniera sostanziale l’intero sistema farmaceutico. Il provvedimento finisce poi per favorire i grandi gruppi commerciali e produttivi».

 
backTorna all'elenco   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere