Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino

mercoledì 24 Gennaio 2018

 

ricerca avanzata
 
 
Farmacie di turno
 

I turni delle farmacie della provincia vengono aggiornati ogni mese.

 
Farmacie della Provincia
 


L'indirizzario delle Farmacie viene aggiornato semestralmente.

 
Indirizzi utili

Aziende U.S.L., Ospedali, Guardia Medica, Ordini Farmacisti limitrofi, ecc.

 
 

  DOCUMENTI > Rassegna Stampa

8 gennaio 2008
Il 2007 delle Parafarmacie
L'articolo de "la Repubblica Salute"

Liberalizzata, ma non del tutto. Il 2007 si chiude tra mille polemiche, una tregua e alcune novità. Di cosa parliamo? Della vendita dei medicinali (Otc e da banco) fuori dai canali abituali, purché alla presenza di un laureato in farmacia, divenuta realtà grazie al decreto Bersani.
Al contrario, la cessione dei farmaci di fascia C (con obbligo di ricetta ma a carico del cittadino), negli esercizi di vicinato e nei corner della salute, prevista nella cosiddetta "terza lenzuolata" del decreto è slittata: e con probabilità l'articolo 2 del Ddl, dopo lo stop al Senato nei giorni scorsi, subirà alcune importanti modifiche. Un tema scottante quest'ultimo che vede l'Anpi, l'Associazione nazionale parafarmacie italiane, schierata, ovviamente, a favore dell'ulteriore liberalizzazione, in compagnia delle principali associazioni dei consumatori e dei Movimento Liberi farmacisti.
"Non capiamo perché un farmacista dipendente possa vendere un medicinale di fascia C se lavora all'interno di una farmacia, ma non va bene se lo fa tra altre mura", dice al riguardo Paolo Spolaore, segretario nazionale dell'Anpi. L'Associazione sottolinea, peraltro, come l'entrata nel mercato delle parafarmacie e degli angoli della salute nell'ultimo anno "abbia abbassato il costo dei medicinali otc e da banco, in media, del 20 per cento".
Per Claudio Jommi, responsabile dell'Osservatorio Farmaci, Cergas della Bocconi di Milano, il risparmio si aggira per il 2007 intorno "a 50 centesimi in media per ogni italiano", bambini compresi però, "per un comparto che segna 2,30 miliardi di euro l'anno di cui solo il 5 per cento attribuibile alle vendite fuori canale, ovvero negli esercizi di vicinato e nelle parafarmacie", continua Jommi sottolineando come "l'aver liberalizzato la vendita dei farmaci da banco e senza ricetta non ha incrementato i consumi".
Insomma il tanto temuto "assalto" da parte dei consumatori non c'è stato, come pure l'apertura selvaggia di nuove strutture. Ma Federfarma, la federazione dei titolari di farmacia, Fofi, l'ordine dei farmacisti italiani, e Assofarm, l'associazione delle farmacie comunali hanno presentato la loro controproposta per rendere più flessibile il comparto. "Le farmacie si sono sempre adeguate al mondo che cambia", dice Anna Rosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia, "per questo abbiamo proposto l'apertura di oltre 2.000 farmacie, una ogni 2900 abitanti, una delle medie più alte in Europa. E farmacie negli aeroporti, negli snodi autostradali, nei porti. Infine, proponiamo anche orari più flessibili".
Ma i Farmacisti indipendenti d'Italia non appoggiano la proposta Federfarma e chiedono "che la professione venga liberalizzata davvero, in modo da consentire a tutti la possibilità di lavorare", spiega Francesco Imperadrice.
Nel frattempo, sempre nei giorni scorsi, il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo codice dei farmaci che prevede tra l'altro, in casi eccezionali, il rilascio dei medicinali anche senza prescrizione medica, il superamento dell'incompatibilità delle attività di distribuzione all'ingrosso di farmaci e quella di fornitura al pubblico (i grossisti potranno essere titolari di farmacia) e, non ultima per importanza, l'introduzione del farmacista responsabile all'interno degli esercizi commerciali dove lavorano più figure professionali, come prevede proprio il decreto del ministro Bersani.

 
backTorna all'elenco   

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino
Galleria Roma, 8 - Scala D
61100 Pesaro
Tel. 0721 34802 - Fax 0721 378112
e-mail: info@ordfarmacistips.it

 

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pesaro e Urbino Copyright 2005

web design: nowhere